Comarch Talents: l’esperienza di Daniele

Un percorso professionale in costante evoluzione, che lo ha condotto nel team di Comarch Italia: conosciamo più da vicino Daniele Greco, Business Development Manager per la divisione Healthcare.

 1. Cosa fai in Comarch Italia?

Ricopro il ruolo di Business Development Manager nella divisione Healthcare; in breve, entro in contatto con i clienti e cerco di soddisfare le loro esigenze attraverso il know-how che ho maturato nel mio percorso professionale e le importanti possibilità offerte dalle soluzioni di telemedicina di Comarch.

2. Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Penso che la soddisfazione più grande sia guidare un cliente nella scelta del prodotto più adatto alle sue necessità, ed essere in grado di mostrargli i benefici dello stesso. Mi piace sempre pensare che le nostre soluzioni, di fatto, migliorano la qualità della vita dei pazienti, e questo è sicuramente un ulteriore motivo di soddisfazione.

3. Comarch Italia in 3 parole

Giovane, dinamica, in continua espansione

4. Raccontaci un po’ di te: qual è il tuo background professionale?

Ho lavorato come infermiere, nel reparto di terapia intensiva, per circa 7 anni, in un grande ospedale di Milano. In quel contesto, ho maturato una forte curiosità verso il funzionamento dei dispositivi medici. In seguito, sono entrato in un’azienda farmaceutica, che produce ossigeno e altri gas medicali da utilizzare direttamente al domicilio del paziente. Qui ho anche gestito la creazione di un poliambulatorio, focalizzato sullo studio dei disturbi del sonno: è stata un’esperienza molto stimolante!

Durante un congresso dedicato alla telemedicina, ho conosciuto Comarch e in seguito abbiamo adottato le sue soluzioni in questo ambito, costruendo un progetto molto interessante. Infine, ho deciso di intraprendere l’avventura lavorativa in Comarch per conoscere più da vicino tutti i dispositivi e mettere in pratica le mie conoscenze nei settori di telemedicina e teleassistenza.              

5. Cosa fai nel tuo tempo libero?

Mi piace passare del tempo con la mia famiglia, e amo viaggiare per conoscere nuove culture e perché no, nuove delizie culinarie! Leggo spesso, mi piacciono diversi generi, dai romanzi ai testi di economia e attualità. Infine, ma non per importanza, suono il sassofono da 25 anni nel corpo musicale civico del mio paese: è una delle mie più grandi passioni.

6. Se potessi fare un altro lavoro per un giorno, quale sarebbe?

A volte penso che sarebbe bello, solo per un giorno, tornare ad esercitare come infermiere, poichè quell’esperienza è stata la base per la mia crescita professionale, mi ha permesso di conoscere a fondo le necessità dei pazienti e di capire come supportarli al meglio.

Siamo alla ricerca di nuovi talenti: