Prepara il bilancio annuale con l’applicazione Comarch ESEF

Sta per entrare in vigore l’obbligo di redigere la relazione finanziaria annuale consolidata nel formato unico elettronico europeo ESEF (in inglese: European Single Electronic Format). Ciò significa che la relazione finanziaria annuale consolidata il cui periodo di riferimento inizia il 1° gennaio 2020 o dopo tale data deve essere redatta secondo lo standard XBRL. Tale obbligo riguarderà tutte le società quotate in borsa nei paesi dell’Unione Europea.
              
Per redigere correttamente la relazione è necessario uno strumento informatico che permetta di generare i file secondo le nuove linee guida. Comarch ha già introdotto nella sua offerta un’applicazione dedicata, Comarch ESEF. Attualmente il sistema è disponibile in versione cloud. È anche possibile guardare la demo dell’applicazione, che è dotata delle funzionalità base indispensabili per poter preparare la relazione. La sua versione desktop (cioè installata sui server del cliente) uscirà a giugno di quest’anno.

Conoscenza basata sull’esperienza

Lavorando allo sviluppo dell’applicazione di reporting nel formato ESEF Comarch si avvale dell’esperienza dei propri dipendenti, che sono quotidianamente impegnati nella preparazione delle relazioni finanziarie, nei rapporti con gli investitori, nella rendicontazione finanziaria e nel controlling. In quanto società quotata nella Borsa valori di Varsavia, anche Comarch sarà tenuta a redigere la relazione finanziaria consolidata secondo i nuovi requisiti. Un anno prima dell’entrata in vigore dei nuovi requisiti la Società intende convertire la propria relazione finanziaria consolidata pubblicata per il 2019 in formato iXBRL, utilizzando proprio l’applicazione Comarch ESEF. La relazione finanziaria convertita sarà disponibile sul sito web della Società nel corso del primo semestre del 2020. 

"Crediamo che l’approccio al tema dell’ESEF con un giusto anticipo ci consentirà nel 2021 di preparare tranquillamente e senza intoppi la prima obbligatoria relazione finanziaria consolidata in iXBRL. Per questo motivo abbiamo deciso di partecipare ad un workshop organizzato dall’ESMA e già adesso convertiremo la relazione finanziaria annuale consolidata per il 2019 in iXBRL. Per redigerla ci avvarremo del software Comarch ESEF, che grazie alla collaborazione del nostro reparto con un team di informatici rappresenta, con le sue soluzioni, uno strumento ergonomico e intuitivo" dice Agnieszka Pasich dal Reparto delle Relazioni con gli Investitori di Comarch. 

Nel 2017 i dipendenti di Comarch hanno avuto l’opportunità di fare esperienza partecipando ai workshop organizzati dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (European Securities and Markets Authority, ESMA), l’organo responsabile dell’elaborazione delle normative sul formato unico elettronico europeo (ESEF) nell’UE. Comarch è una delle poche società polacche quotate in borsa che sono state coinvolte nell’attività dell’istituzione dell’UE il cui compito era, tra l’altro, la valutazione pratica delle normative sull’ESEF nella fase della loro elaborazione. Sulla base delle conclusioni tratte dai test pratici, l’ESMA ha perfezionato e messo a punto il progetto ESEF.

"La combinazione dell’esperienza acquisita durante i test dal team di reporting finanziario di Comarch con le conoscenze dei team di produzione dei sistemi Comarch ERP, che sono utilizzati da decine di migliaia di aziende in Polonia, Germania, Francia e Spagna, ha permesso di sviluppare un’applicazione per il reporting secondo lo standard ESEF per le società quotate in borsa in tutti e paesi dell’Unione Europea" dice Paweł Krupa, product manager per i sistemi Comarch ERP.

Le principali funzionalità

L’applicazione Comarch ESEF consente all’utente di redigere la relazione finanziaria in conformità alle linee guida ESEF. I dati per il report possono essere importati da un documento memorizzato in un file DOCX. Questa funzionalità consente di trasferire all’applicazione l’intera struttura/visualizzazione del report. In seguito, qualora fosse necessario introdurre delle modifiche alla relazione finanziaria, l’utente può farlo direttamente nell’applicazione.

"Dal momento in cui il file DOCX viene importato nell’applicazione, lo strumento Comarch ESEF funziona come un editor di dati vuol dire che nell’applicazione abbiamo accesso ai report, alla modifica dei dati e alla modifica dei tag. Comarch ESEF funge quindi da strumento per la gestione del report finanziario a tutti i livelli. In questo modo il nostro strumento non dipende dai software di terzi per la modifica dei dati. È una soluzione autonoma e a prova di futuro" spiega Paweł Krupa.

Il software dispone di un insieme integrato dei tag di ultima generazione della tassonomia ESEF, cioè un dizionario dei termini che servono per taggare i dati nelle relazioni nello standard XBRL. Questi possono essere assegnati ai dati della relazione finanziaria, e il dizionario a sua volta può essere facilmente integrato con nuove estensioni. Inoltre all’interno del report è possibile effettuare delle ricerche in modo intuitivo, utilizzando l’albero della tassonomia.

"Il tagging delle voci del report nella nostra applicazione porta a lungo termine ad un risparmio reale di tempo. Una volta taggati, i dati possono essere trasferiti ai documenti preparati negli anni successivi. In questo modo la stesura della relazione sarà di anno in anno molto meno dispendiosa in termini di tempo" aggiunge Paweł Krupa.

Lo strumento Comarch ha attualmente molte funzionalità utili, e l’applicazione stessa è disponibile attraverso un browser web (sia in versione cloud che desktop). In questo modo, i singoli addetti del reparto di reporting finanziario hanno un accesso rapido e, soprattutto, sicuro ai dati di reporting senza la necessità di installare software su ogni dispositivo.

"Siamo in costante contatto con il nostro reparto di reporting finanziario di Comarch SA, nonché con molti clienti e molte società di consulenza che ci comunicano le esigenze riguardanti ESEF. Grazie a questo stiamo pensando per esempio all’introduzione delle soluzioni volte a permettere a più utenti dell’applicazione di lavorare contemporaneamente su un report o a utilizzare un foglio di calcolo per integrare i dati nella relazione" sottolinea Paweł Krupa

I vantaggi per il mercato dei capitali

I risultati del reporting in ESEF saranno a disposizione di tutti gli operatori del mercato dei capitali: società per azioni, investitori e analisti di borsa, nonché le autorità di vigilanza – in Polonia l’Autorità di vigilanza finanziaria polacca. Per ciascuno di questi gruppi il formato ESEF offre una serie di vantaggi, che si basano principalmente sull’aumento della fruibilità delle informazioni finanziarie. Dal punto di vista delle società per azioni, il vantaggio più importante è la strutturazione dei dati e quindi la riduzione della probabilità di errori. Gli investitori e gli analisti di borsa avranno, a loro volta, l’accesso alle informazioni strutturate. Il nuovo formato renderà molto più efficiente il loro lavoro, che consiste soprattutto nella raccolta dei dati e quindi nella loro elaborazione e analisi. La rendicontazione in ESEF significa anche una maggiore trasparenza dei dati e garanzia della loro correttezza.

"Vale la pena ricordare che viviamo in un ambiente legislativo in rapida evoluzione, il che ha un enorme impatto sui sistemi informatici. Lo stesso riguarda Comarch ESEF – monitoriamo costantemente i cambiamenti nell’ambito di ESEF, analizzando al contempo le azioni delle autorità locali di regolamentazione che riguardano la rendicontazione secondo questa nuova formula. Tutto questo per garantire che il nostro strumento, oltre ad essere dotato di ricche funzionalità, soddisfi tutti i requisiti formali" aggiunge Paweł Krupa.

L’applicazione consente di lavorare in sei lingue: polacco, inglese, tedesco, spagnolo, francese e italiano, e quindi può essere utilizzata dalle società che operano in altri paesi dell’Unione Europea o in ambito internazionale.

Possibili aggiornamenti dell’applicazione

Attualmente l’applicazione Comarch ESEF è disponibile in versione cloud e la sua versione desktop verrà introdotta a giugno di quest’anno. Inoltre, nei successivi aggiornamenti appariranno nuove funzionalità, come ad esempio: ampliamento delle possibilità di modifica (comprese le modifiche visive della relazione), esportazione della relazione in XHTML, validazione del report nell’applicazione, la già citata possibilità di lavorare su un report contemporaneamente da più utenti e di compilare i dati nell’applicazione con l’aiuto di un foglio di calcolo, nonché la creazione di un’altra versione linguistica della relazione finanziaria.

L'interfaccia dell'applicazione Comarch ESEF

Vuoi saperne di più?

Contattaci