La Teleostetricia – Domande e risposte

Fino a tempi recenti la CTG veniva eseguita soltanto presso i presidi medici. Grazie alle soluzioni telemediche proposte da Comarch Healthcare l'esame può essere ora effettuato anche in casa.

 

Maternita

 

Che cos'è la Teleostetricia?
La Teleostetricia è un servizio completo dedicato a donne dalla 36 alla 42 settimana di gravidanza. Consiste nell'esecuzione dell'esame cardiotocografico (CTG) da parte della donna in gravidanza mediante l'apposito dispositivo mobile comodamente da casa.

In cosa consiste l'esame CGT?
L’esame CGT consiste nella registrazione continua della frequenza cardiaca fetale in concomitanza con il monitoraggio dell’attività contrattile dell’utero, sia durante la gravidanza che durante il parto. Ciò consente la diagnosi precoce degli eventuali pericoli per la vita del feto. La cardiotocografia è il metodo non invasivo fondamentale e più diffuso per il monitoraggio delle condizioni di salute del feto durante la gravidanza e nel periodo perinatale.

Qualsiasi donna in gravidanza può usufruire della Teleostetricia?
Si può ricorrere alla Teleostetricia a partire dalla 36 settimana di gravidanza, in presenza di gravidanza singola e dietro consultazione ostetrica. Prima di usufruire di tale servizio la paziente deve effettuare una visita presso il proprio medico curante e presso il proprio ostetrico per poter essere qualificata ed opportunamente istruita. Durante tale consultazione il personale raccoglie l’andamento della paziente e la registra nel sistema e-Care. Nello stesso sistema viene prosa nota anche d decorso delle precedenti gravidanze, delle malattie di cui soffre o ha sofferto nonché dei farmaci attualmente assunti. Dopo la registrazione la donna apprende come utilizzare l’apparecchio ed eseguire correttamente gli esami.

Di quali elementi si compone la Teleostetricia?
Questa soluzione Comarch si compone dell’apparecchio mobile CTG, della piattaforma e-Care, grazie alla quale il personale riceve e interpreta gli esiti degli esami nonché del Centro di Monitoraggio e-Care, ovvero di un’unità specializzata del Centro Medico iMed24, funzionante 24 ore su 24, presso il quale il personale sanitario monitora costantemente i pazienti.

Come funziona l’apparecchio CTG?
L’apparecchio CTG registra in modo non invasivo la frequenza cardiaca del bambino e l’attività contrattile dell’utero. L’esame dura 30 minuti. La donna, oltre ad eseguire l’esame, può in qualsiasi momento ascoltare il battito cardiaco del bambino.
Il seti necessario per eseguire l’esame, denominato homeKTG, si compone dell’apparecchio CTG e di due sonde da posizionare sull’addome materno. Una sonda serve a registrare la frequenza cardiaca, l’altra a registrare l’attività contrattile dell’utero. Sono parte del set anche le fasce elastiche destinate a fissare le sonde sull’addome, il caricabatterie, che oltre a svolgere le funzioni di accumulatore serve ad inviare l’esame al Centro di Monitoraggio nonché la custodia dell’apparecchiatura.

Come si effettua l’esame CTG?
Prima di iniziare l’esame occorre leggere le istruzioni allegate all’apparecchiatura e draiarsi comodamente sul fianco sinistro o destro, in modo tale che il battito cardiaco del bambino sia ben udibile. L’apparecchio dovrà essere posato su di una superficie dura garantendo un facile accesso al dispositivo.
Per poter eseguire l’esame bisogna selezionare l’opzione di esecuzione dell’esame dal menu. Sul monito appare automaticamente la schermata di avvio.
L’elemento più importante della misurazione consiste nella corretta localizzazione del battito cardiaco del bambino.

Cardiotocografo


Quanto dura l’esame?
Ciascun esame dura 30 minuti. Dopo aver dato avvio alla misurazione la durata viene calcolata automaticamente a ritroso. Al termine dell’esame sull’apparecchio appare l’avviso di conclusione dell’esame e di invio dei risultati.

In quale orario occorre eseguire l’esame?
Il servizio è a disposizione 24 ore su 24. La paziente può svolgere esami CTG in qualsiasi momento del giorno e della notte.

È possibile ascoltare il battito cardiaco del bambino anche senza eseguire l’esame?
Sì. Se durante la registrazione viene premuto il tasto di pausa l’esame viene annullato. Il dispositivo invia a questo punto soltanto tracciati da 30 minuti pieni, quindi è possibile ascoltare il battito cardiaco del bambino in qualsiasi momento.

Come si carica il dispositivo?
Per caricare il dispositivo bisogna usare soltanto il caricabatterie allegato al set. Il processo di caricamento completo dura circa 4 ore. Per poter effettuare l’esame il livello di carica della batteria deve essere pari ad almeno il 30%.

In che modo vengono inviati i risultati dell’esame allo specialista?
Dopo aver concluso l’esame la paziente collega il caricabatteria. Grazie a tale operazione i risultati dell’esame vengono inviati al Centro e-Care. Il trasferimento dei dati avviene grazie alla rete telefonica cellulare, pertanto la donna deve avere accesso ad Internet per poter usufruire del servizio.


Cosa accade in caso di esito anomalo dell’esame?
I risultati di ciascun esame effettuato vengono valutati da personale sanitario qualificato. Successivamente a tale valutazione la paziente viene sempre opportunamente informata, e in caso di anomalie vengono seguiti i protocolli di intervento validati.

Chi valuta l’esame CTG?
L’interpretazione degli esiti degli esami viene effettuata da personale qualificato: un medico ginecologo e un’ostetrica.

Cosa avviene in caso di problemi durante l’esecuzione dell’esame, durante l’uso del dispositivo o qualora dovessero sorgere dubbi durante l’impiego del servizio?
Ciascuna paziente sottoposta a teleostetricia ha la possibilità di accedere al Centro di Monitoraggio e-Care 24 ore su 24. In caso di qualsiasi problema o dubbio può contattare in qualsiasi momento il personale sanitario. Gli specialisti interverranno di conseguenza.

 

Centro-Medico-iMed24

Quali fattori possono influire sull’esito dell’esame?
Al fine di ottenere degli esiti esatti, occorre eseguire l’esame in un luogo silenzioso e tranquillo, dopo aver consumato un pasto e nel momento in cui il bambino sia attivo. Non bisogna compiere sforzi fisici mez’ora prima dell’esame né bere bevande contenenti caffeina.

In cosa consistono i vantaggi dell’apparecchio Comarch CTG rispetto agli altri dispositivi presenti sul mercato?
L’apparecchio Comarch CTG è un prodotto medico destinato a svolgere misurazioni con metodo acustico, pertanto in modo del tutto sicuro sia per la mamma che per il bambino. Si tratta inoltre di una soluzione basata sulle conoscenze e sull’esperienza di specialisti, tra l’altro, in medicina, gestione delle risorse umane e informatica. La nostra priorità è sviluppare il servizio ottemperando ai più alti standard di sicurezza e qualità.

Quali vantaggi sono garantiti dalla Teleassistenza?
Grazie alla teleostetricia la paziente ha la possibilità di effettuare l’esame comodamente in casa, in qualsiasi momento, senza dover sostenere tempi di attesa e stress. Grazie al monitoraggio delle condizioni di salute del bambino la donna si sente più sicura e gode di un’assistenza continua, 24 su 24, svolta da professionisti. Essa costituisce inoltre un risparmio di tempo e costi, consentendo il contatto con il bambino anche da parte di altri familiari.

Vuoi sapere di più?

Raccontaci le tue esigenze. Troveremo la soluzione perfetta per te.